Assicurazione mutuo casa: a cosa serve e quali coperture sono obbligatorie

Pubblicato il
23 ottobre 2020
Categoria
Comprare Casa

Per comprare casa hai richiesto un mutuo in banca, ma il suo costo è molto più alto di quanto ti aspettavi. Questo perché le polizze assicurative a protezione del mutuo accrescono di molto il valore del medesimo, arrivando ad impattare anche per un 10% del prezzo totale.

Ma a cosa servono le polizze assicurative? E sono obbligatorie o se ne può anche fare a meno? Ecco un'utile guida.

Assicurazione del mutuo: quale bisogna sottoscrivere?

La banca – spesso e volentieri – richiede che il mutuo venga assicurato tramite delle polizze assicurative di vario genere: vita del debitore, danni all’immobile o anche multirischio. Queste servono a coprire eventuali perdite dovute ad eventi imprevisti come la morte del debitore, la perdita del lavoro o la distruzione dell’immobile: tutti eventi che riducono potenzialmente il reddito dell’acquirente, del tutto o in parte.

In particolare, tutte le polizze assicurative sopra citate rientrano nella categoria delle CPI (Credit Protection Insurance), ovvero sia quelle assicurazioni che cercano di ridurre il rischio di default che caratterizza i prestiti a lungo termine. In sostanza, si tratta di metodi atti alla salvaguardia del pagamento delle rate da parte dei creditori, ma anche della proprietà dell’immobile degli acquirenti.

È importante sapere però che le banche non possono in alcun modo vincolare l’erogazione del mutuo alla sottoscrizione delle loro polizze. Nel caso in cui volessero proporre le proprie, dovrebbero dichiarare le provvigioni ottenute dall’eventuale vendita, e offrire almeno una proposta alternativa.

Polizze mutuo obbligatorie e facoltative

Ti sarai di sicuro domandato se sia necessario aggiungere tutte le polizze per assicurare il tuo prestito, oppure se ce ne siano solo alcune obbligatorie così da evitare spese superflue. In realtà, l’unica polizza assicurativa davvero obbligatoria e necessaria è la “Polizza incendio e scoppio”. Questa copre qualsiasi eventuale danno provocato da incendio o scoppio; se ad esempio ci fosse una fuoriuscita di gas e l’appartamento prendesse fuoco, la polizza garantirebbe la copertura del danno.

La durata della polizza riguarda tutto il periodo di finanziamento, ma può anche essere prolungata in caso di atti come il cosiddetto “salto della rata” o un’eventuale ristrutturazione del debito.

Se non sai a quanto ammonti questa assicurazione, puoi verificarlo in qualche modo? È possibile a priori conoscerne il prezzo? Sì, certo!  Il costo della polizza è sempre indicato nell’ISC (Indice Sintetico di Costo): in questo modo il consumatore non incorre in sorprese e può confrontare le offerte delle varie compagnie assicurative.

La polizza viene comunemente emessa dall’istituto di credito che concede il prestito tramite compagnia assicurativa convenzionata, ma è possibile anche sottoscrivere l’assicurazione con una compagnia esterna che nulla ha a che fare con la banca.

Tutte le altre polizze hanno al contrario carattere facoltativo. Non sono dunque necessarie ai fini della concessione del mutuo, né vincolanti considerato quanto detto precedentemente.

Assicurazioni facoltative sul mutuo: le polizza sulla vita 

Cosa succede se perdi il lavoro ma hai ancora tutte le rate del prestito da pagare? Le polizze servono proprio a questo scopo: salvaguardare il creditore e supportare il debitore nell’adempimento dei propri oneri. 

Tra le polizze facoltative, la più consigliata è quella sulla vita. Questa fornisce un supporto alle famiglie in caso di decesso del debitore, malattie o infortuni gravi, permettendo così la continuità nel pagamento delle rate del mutuo qualora una di queste eventualità dovesse verificarsi. Il costo della Polizza Vita oscilla tra il 2,5% ed il 6,5% del valore dell’intero finanziamento, ma dipende anche dal tipo di assicurazione. Anche in questo caso, il pagamento può avvenire in un'unica soluzione (Premio Unico Anticipato) oppure essere dilazionato all’interno delle rate del mutuo (Premio Ricorrente). Le rate della polizza possono anche essere in forma decrescente, così da ridurre ogni anno l’importo dovuto.

La durata della polizza vita è legata al periodo di estinzione del mutuo stesso alla quale è associata. Infatti, può perdurare dai 2 fino ai 30 anni.

Il premio assicurativo non risente di alcuna imposta fiscale: anzi, tutti i premi versati sono detraibili al 19% con trattamento fiscale agevolato.

Trova la casa giusta, sempre e ovunque

Scarica l'App per ottimizzare e gestire le tue ricerche