Come si calcola la percentuale dell’agenzia immobiliare?

Pubblicato il
20 aprile 2020
Categoria
Comprare Casa

Devi acquistare casa, e sei indeciso se rivolgerti ad un’agenzia immobiliare o se fare invece tutto tra privati? Forse ti sarà utile sapere, nel primo caso, quale provvigione devi riconoscere al mediatore. 

L’agente immobiliare è infatti un professionista i cui guadagni derivano proprio dalle provvigioni. A quanto ammontano? Non c’è un importo fisso: tutto dipende dal valore dell’abitazione che stai per acquistare. Vediamo dunque nel dettaglio come si calcola la percentuale per l’agenzia immobiliare, cosa comprende e quando deve essere corrisposta.

Provvigione dell’agenzia immobiliare: quando e da chi deve essere pagata?

L’agenzia immobiliare riceve una provvigione per via del suo lavoro di mediazione. Non tanto dunque per aver concluso la compravendita, quanto per aver messo in relazione venditore e acquirente e per averli indirizzati verso la conclusione dell’affare. Il diritto al compenso lo ottiene infatti quando le due parti costituiscono un vincolo giuridico: qualora dopo il compromesso queste non riuscissero più a rogitare, all’agente bisognerà riconoscere ugualmente la percentuale.

Se ti stai chiedendo chi deve pagare la provvigione all’agenzia immobiliare, la risposta è: sia il venditore che l’acquirente, salvo diversi accordi. Anche se l’agente che ti ha permesso di incontrare il venditore è stato incaricato da quest’ultimo, sarai dunque tenuto a pagare la tua parte di provvigione. Senza contare che, spesso, per acquisire immobili le agenzie stabiliscono che l’intera percentuale è a carico di chi compra.

Ecco perché conoscere come calcolare quella percentuale è fondamentale: solo così la si potrà inserire, o almeno ipotizzare, tra le spese che l’acquisto di quella casa porta con sé.

Provvigione agenzia immobiliare: come si calcola

Innanzitutto, devi sapere che la percentuale dell’agenzia immobiliare viene calcolata sul valore dell’affare (che può essere diversa dal prezzo di vendita e dall’importo del mutuoottenuto dall'acquirente): in genere ammonta al 2-3%, ma ci sono zone d’Italia (ad esempio le grandi città) in cui può arrivare al 5%. Non è soltanto una remunerazione, del resto: comprende anche il rimborso delle spese che l’agenzia ha sostenuto per promuovere l’immobile, per fissare gli incontri, per arrivare alla stipulazione del compromesso o del contratto definitivo di compravendita (dal servizio fotografico agli spostamenti, dalle telefonate alla pubblicità sui diversi canali).

Hai qualche dubbio in merito alla correttezza della percentuale che l’agenzia immobiliare ha chiesto? Puoi controllare le tariffe previste dagli usi locali, rivolgendoti alla Camera di Commercio della tua città. Questo, se tale percentuale non è stata dapprima fissata e messa per iscritto dalle parti. Se invece non è stata stabilita, non ci sono tariffe professionali e il mediatore non prova l’esistenza di usi locali, come “ultima opzione” a determinarla è il giudice competente per quel territorio. 

Trova la casa giusta, sempre e ovunque

Scarica l'App per ottimizzare e gestire le tue ricerche