Vendere casa da privato o con agenzia? Ecco pro e contro

Pubblicato il
28 maggio 2020
Categoria
Vendere Casa

Vendere casa: un momento importante a livello personale ed economico, oltre che un processo complesso. La cessione di una proprietà immobiliare può essere un punto di svolta per la vita di una persona, la chiusura di un capitolo per aprirne un altro. Un discorso che vale anche per chi vuole acquistare una casa, magari quell’abitazione da tempo sognata che, ora, potrebbe finalmente essere sua.  

Trovare un accordo che possa accontentare tutti, acquirente e venditore, non è semplice però. E, spesso, l’iter per arrivare alla conclusione può scoraggiare le due parti. Gli esperti parlano di una vera e propria lotta psicologica tra chi compra e chi vende che, talvolta, può finire in un nulla di fatto. Per questo è necessario prestare attenzione ad ogni dettaglio, ad ogni fase e alle tante variabili presenti. A partire dalla scelta di come vendere, e della persona a cui affidarsi (eventualmente) per una compravendita soddisfacente.  

A seconda dei periodi storici ed economici, si preferisce vendere casa tramite un’agenzia (o un agente immobiliare specifico) oppure non affidare questo incarico ad alcun professionista, perché ci si sente in grado di gestire la trattativa da soli. Vendere casa da privato è, infatti, un’opzione che, se ben gestita, può essere vantaggiosa, sebbene si debba fare davvero grande attenzione ai rischi che ci si assume e agli errori in cui si può incappare. 

Dalla mancata esperienza alla giusta valutazione   

Sebbene vendere casa non sia un gioco da ragazzi, sono molte le persone a decidere di fare proprio così: numerosi proprietari intraprendono questa enorme sfida da soli, senza l'aiuto di un agente immobiliare. Approccio sbagliato? No, è lecito. Ma, prima di farlo, bisogna essere consapevoli di tutto ciò che sarà necessario mettere in campo – come conoscenze sulla documentazione, competenza nella vendita, capacità organizzativa e tempo a disposizione.  

I venditori devono capire anche gli svantaggi di coordinare in autonomia una vendita, e valutare attentamente i pro e i contro prima di prendere una decisione. Il primo errore che viene fatto è vendere casa da privato senza precedenti esperienze immobiliari: avere una conoscenza limitata o addirittura nulla del processo di vendita di una proprietà può portare infatti a numerosi problemi e intoppi. Un rischio che potrebbe diventare pericoloso, se non si conosce la complessa legislazione che vige in Italia. Raccogliere tutta la documentazione necessaria, ad esempio, non è propriamente un gioco da ragazzi. 

Tra le prime azioni che possono dare adito a dubbi per un venditore privato, c’è poi la valutazione della sua proprietà. Il rischio è quello di sopravvalutare la casa, scoraggiando così gli acquirenti. O, al contrario, la si potrebbe sottostimare proponendo un prezzo di vendita inferiore al suo valore di mercato. È sempre bene studiare attentamente la zona, informarsi sui prezzi medi propri di quell’area e, per maggiore certezza, magari affidarsi anche a un perito. 

La capacità di negoziare: venditori di casa (non) si nasce  

Tra i rischi e gli errori di vendere casa da privato vi è anche quello relativo alla capacità di negoziazione stessa. Un processo del genere richiede infatti attenzione, esperienza, la capacità di individuare i punti di forza e di debolezza dell’interlocutore e della stessa proprietà: una vera attività di vendita che, ovviamente, è molto più “comodo” e sicuro far gestire a chi lo fa di mestiere, come gli agenti immobiliari appunto.  

Ad esempio, tantissimi aspiranti venditori non considerano i costi “nascosti” che un’agenzia immobiliare sostiene: un professionista non si limita a far incontrare venditori e acquirenti, ma lavora anche per far conoscere la proprietà attraverso la comunicazione e la pubblicità. Spese, queste, che vengono sostenute in prima persona. Senza contare la documentazione ricca e complessa che deve essere completata e che richiede - se si vende da privato - l’aiuto di un avvocato, con relative spese.  

Vendere una casa da privato quindi, ha pro e contro: tra i pro, la libertà di gestire ogni aspetto da soli e di valorizzare la propria casa in prima persona, tra i contro il tempo, il lavoro e le spese necessarie. Per gli agenti è un lavoro a tempo pieno: un aspetto da non sottovalutare, prima di decidere se procedere da soli.  

Trova la casa giusta, sempre e ovunque

Scarica l'App per ottimizzare e gestire le tue ricerche

Scarica l'app Scarica l'app