Meglio vendere casa vuota o arredata?

Pubblicato il
31 luglio 2020
Categoria
Vendere Casa

Se stai cercando di vendere casa ma non sai cosa fartene dei mobili, molto probabilmente ti starai chiedendo se includerli o se vendere la tua abitazione completamente vuota. Se vendi casa arredata chiederai un prezzo diverso, ma la vera domanda è “di quanto?”.

Vediamo insieme quando conviene vendere casa arredata e come gestire il prezzo dell’immobile.

Casa arredata: sì o no?

Meglio vendere casa arredata o vuota? Ci sono diversi fattori che possono influenzare questa scelta, sebbene molto spesso si pensi che vendere una casa arredata sia preferibile.

Vendere l’arredamento insieme alla casa, infatti, può essere visto come un “plus” e può incidere positivamente sul prezzo dell’intero immobile.

Il problema si pone nella decisione del prezzo dei mobili. Questo infatti dipende dal loro prezzo iniziale e dalla data di acquisto, ma comunque non è da considerarsi in termini assoluti. Il loro costo non può incidere in maniera drastica sul prezzo dell’immobile, poichè potrebbe allontanare qualsiasi proposta di acquisto. Meglio includerlo invece come “aggiunta”, lasciando la scelta di acquisto nelle mani dell’acquirente.

Molto spesso, alcuni proprietari pretendono che cucine vecchie di dieci anni vengano rivendute “almeno alla metà del prezzo di acquisto”, non capendo che il valore sia ormai sotto lo zero: questo tipo di errori rallenta la vendita e spesso porta a cospicue riduzioni di prezzo nel lungo periodo.

L’acquirente infatti potrebbe non essere interessato all’arredamento per diversi motivi, e dovrebbe sostenere oltre al costo dei mobili anche lo smaltimento di questi e l’acquisto dei nuovi. Quindi, se hai intenzione di vendere l’immobile includendo anche l’arredamento, dovrai considerare che per l'acquirente potrebbe essere una spesa ulteriore. Detto ciò, la maggiorazione dovuta ai mobili non potrà superare di molto il prezzo della casa in vendita.

Se poi hai intenzione di vendere la casa arredata ma senza includere la credenza della nonna o altri complementi a cui tieni particolarmente, è sempre meglio specificare cosa sia compreso e cosa no onde evitare fraintendimenti.

Qualora la casa sia già spoglia, la scelta migliore è quella di lasciarla così com’è. La maggioranza degli acquirenti, infatti, preferisce riempire da sé l’immobile arredandolo a proprio gusto.

L'arredamento e le visite della casa

Un buon consiglio è lasciare la casa arredata per le visite destinate all’acquisto.

I clienti, entrando in contatto con oggetti di uso quotidiano, riusciranno meglio a interpretare gli spazi che caratterizzeranno le loro giornate (è il principio dell'home staging, del resto). Lasciare l’immobile completamente spoglio può infatti distorcere le reali dimensioni della casa, dato il forte impatto visivo degli spazi completamente vuoti.

Quindi, per riassumere, è sempre meglio lasciare la casa nelle condizioni in cui si trova (a meno che non ti stia trasferendo portando con te i mobili) oppure lasciare tutti quei mobili “facilmente rimovibili” in modo tale da facilitarti il lavoro in caso di vendita dell’immobile non arredato.

Se fossi proprietario di un deposito/garage o di un locale dove poter stipare i tuoi mobili, quello potrebbe essere davvero molto utile.

Infine, se i mobili all’interno dell’abitazione sono recenti o addirittura nuovi, è sempre meglio cercare di rivenderli da sé in mercatini oppure online tramite siti specializzati, così da poter ottimizzare l’arredo senza però rendere fuori mercato l’immobile.

Trova la casa giusta, sempre e ovunque

Scarica l'App per ottimizzare e gestire le tue ricerche

Scarica l'app Scarica l'app