Conviene avere un'auto di proprietà a Milano o meglio il car sharing?

Pubblicato il
07 settembre 2020
Categoria
Vivere a Milano

Car sharing o classica city car, in giro per Milano? È questo il dilemma. Inutile scomodare Shakespeare: in una città di caratura europea come il capoluogo lombardo la scelta è difficile, e la convenienza non è affatto universale. Dire che è nettamente meglio l'una rispetto all'altra non sarebbe corretto: il consiglio è quello di analizzare nel dettaglio i pro e i contro del car sharing e dell’auto di proprietà per poi scegliere in base alle proprie esigenze, del tutto personali e soggettive. 

Il trucco è considerare alcuni semplici fattori, per capire quale delle due ipotesi conviene di più:

  • costi e benefici del car sharing
  • spese obbligatorie dell’auto di proprietà
  • analisi della zona di Milano in cui si abita
  • stile di vita o tipo di professione che si svolge a Milano

Car sharing a Milano: perché conviene?

Se non l’hai mai sperimentato, chiariamo in primis cos’è il car sharing e come funziona. Non è altro che un noleggio auto, più easy nelle procedure rispetto al noleggio tradizionale e studiato a misura di smart city. 

Si prenota online (almeno 15 minuti prima) l’auto che si desidera noleggiare tra quelle in catalogo: la si può fermare (e utilizzare) per un breve tragitto, per poche ore o - in genere - fino a 3 giorni. La vettura verrà prelevata dal parcheggio di car sharing più vicino per poi riconsegnarla da dove si è partiti, oppure nel parcheggio di car sharing più comodo per la propria destinazione. Il costo medio della tariffa è calcolato in base alla cilindrata dell’auto e ai chilometri percorsi: a Milano si può indicativamente parlare di 10 euro l’ora, cui a volte bisogna sommare l’iscrizione annuale. 

Il car sharing conviene perché:

  • i costi sono mediamente poco proibitivi
  • vi è la possibilità di circolare nelle ztl
  • si sostengono le campagne smog free
  • lo stress da parcheggio è ridotto al minimo

Vantaggi che fanno venir voglia di aderire al servizio, e di vendere dunque la propria vettura. Ci sono però anche dei contro, ed è qui che subentra la comodità dell’auto di proprietà. 

Auto di proprietà a Milano: perché conviene?

Il car sharing segue degli schemi, perfetti se si lavora e si vive in centro, e si svolgono lavori impiegatizi con orari fissi. Se però sei un libero professionista, e in diversi altri casi, diventa limitante poter utilizzare l’auto noleggiata solo per quel tempo prestabilito: se hai un’emergenza di lavoro, se devi cambiare tragitto all’ultimo momento, se vivi in una zona della città in cui il primo parcheggio di car sharing è lontano mezz’ora, è evidente che avere un’auto di proprietà è più conveniente.

L’auto di proprietà offre una maggiore flessibilità, ma porta con sé inevitabili costi. Il prezzo medio dell’assicurazione a Milano oscilla tra i 400 e i 500 euro semestrali. Il bollo auto è del tutto soggettivo, poiché si calcola moltiplicando i kw di potenza della vettura per l’esatta tariffa: ad esempio, per una city car euro 3, è in media di 450 euro l’anno. Per un box auto in locazione, a Milano il prezzo oscilla tra i 300 e i 500 euro al mese.  A queste spese vanno aggiunti i costi di manutenzione. 

In conclusione, prima di scegliere definitivamente se aderire al car sharing a Milano, sarebbe utile un mese di prova. Non c’è niente di più sicuro della prova empirica: un test che potrà stabilire se per te conviene il car sharing o l’auto di proprietà. 

Trova la casa giusta, sempre e ovunque

Scarica l'App per ottimizzare e gestire le tue ricerche