Bike Sharing a Milano: come funziona, costi e operatori

Pubblicato il
11 maggio 2020
Categoria
Vivere a Milano

Hai mai sentito parlare di bike sharing? Strumento di mobilità sostenibile, sempre più diffuso nelle grandi città, consente alle amministrazioni pubbliche di integrare i mezzi di trasporto tradizionali (metro, tram, bus) con delle biciclette condivise, ideali per i viaggi di prossimità. E, dunque, per percorrere brevi tragitti. 

Grazie al bike sharing, a Milano è possibile raggiungere angoli della città in cui i mezzi pubblici non arrivano. Ma è possibile anche (e soprattutto) muoversi in modo green, facendo un po’ di moto e tendendo la mano all’ambiente.

Ma come funziona il bike sharing a Milano? Scopriamolo insieme.

BikeMi

A Milano, BikeMi è tra i servizi di bike sharing più richiesti. Utilizzarlo è semplicissimo: si acquista l'abbonamento (annuale, settimanale o giornaliero) tramite il sito o tramite l’app. In caso di abbonamento settimanale o giornaliero, via mail o via sms si riceve un codice utente che - insieme alla password inserita in fase di registrazione - consente di prendere a noleggio una bicicletta. Con l’abbonamento annuale in una prima fase si utilizzano i codici ma, entro 15 giorni, arriva a casa la tessera.

Servizio di sharing a Milano di biciclette elettriche e non, BikeMi mette a disposizione sia bici tradizionali che bici a pedalata assistita con o senza seggiolino. Per ritirare il mezzo, bisogna posizionare la tessera BikeMi oppure digitare nome utente e password nella colonna di servizio presente all’interno della stazione, per poi seguire le istruzioni. Sarà il sistema ad indicarti il numero di posteggio della bici da prelevare.

I costi del bike sharing a Milano con BikeMi sono di 36 € per l'abbonamento annuale, 9 € settimanale e 4,50 € giornaliero. Le biciclette possono essere prese e restituite dal lunedì al giovedì dalle 7.00 alla 1.00. Durante l’estate, il servizio è attivo 24/24 venerdì e sabato, e da domenica a giovedì dalle 7.00 alle 2.00.

Mobike

Un altro servizio di bike sharing a Milano lo offre Mobike, attivo tutti i giorni 24/24. Come funziona? Si scarica l’app (che può essere utilizzata in ogni città del mondo in cui Mobike è presente) e - tramite la mappa - si vede dov’è parcheggiata la bicicletta più vicina. Una volta selezionata, si digita “Prenota” e si raggiunge entro 15 minuti la sua postazione: per prendere la bici, basta scansionare tramite app il codice QR stampato sul telaio, che sbloccherà il lucchetto e che consentirà di cominciare a pedalare.

Le bici Mobike sono tutte dotate di GPS e non esistono stazioni: si lascia la bicicletta dove meglio si crede e si chiude manualmente il lucchetto. Il costo del servizio? 1 € a corsa: la tariffazione inizia nel momento in cui la bicicletta viene sbloccata e il suo timer si resetta ogni volta che viene bloccata.

Helbiz

Sei in cerca di uno sharing di bici elettriche a Milano? Puoi utilizzare anche Helbiz. Le sue biciclette raggiungono i 30 km/h, e ci sono persino i monopattini. Il funzionamento è pressoché identico a quello di Mobike: si scarica l’app, si individua la bici più vicina, la si sblocca col QR Code e la si parcheggia al termine della corsa.

Il costo è 25 centesimi per lo sblocco, più 7 centesimi al minuto. Per gli utenti Telepass Pay i primi 30 minuti sono gratis per tutto il 2020.

Trova la casa giusta, sempre e ovunque

Scarica l'App per ottimizzare e gestire le tue ricerche