Metro 4 (Linea Blu), ultime notizie su costruzione e tempistiche

Pubblicato il
27 ottobre 2020
Categoria
Vivere a Milano

Quando sarà terminata, la M4 (“Linea Blu”) collegherà il centro di Milano con la sua zona est (Q.re Forlanini e Aeroporto Linate) e con la sua zona ovest (Q.re Lorenteggio e Stazione San Cristoforo). In questo modo, arricchirà la rete del trasporto urbano offrendo ai cittadini una soluzione di trasporto in più: una volta ultimata, porterà infatti ad un ridimensionamento del traffico, con considerevoli benefici per chi vive e lavora a Milano (oltre che per l’ambiente).

M4, una metropolitana leggera

La linea Metro 4 di Milano sarà una “metropolitana leggera ad automatismo integrale”: pur conservando le caratteristiche della metropolitana classica, vanterà standard tecnici prestazionali più elevati e significativamente meno dispendiosi. L’innovativo sistema di guida automatica (driverless, senza conducente) si basa inoltre su una tecnologia per il controllo intelligente del traffico, che si tradurrà in un livello di sicurezza più elevato per i passeggeri. Sicurezza che sarà garantita anche dal sistema di apertura delle carrozze: le porte si apriranno solo alla fermata dei treni in stazione, annullando il rischio di cadute o di infortuni, proprio come accade sulla Linea Lilla, in funzione  già da un po’. 

Ma a che punto sono attualmente i lavori?

M4: il punto sui lavori

Il 10 giugno, la prima Tbm (Tunnel boring machine) per il completamento della galleria pari ha raggiunto la stazione di Sant’Ambrogio: ha dunque percorso i 560 metri del tunnel che la separano dalla stazione De Amicis da cui è stata messa in azione (la produzione media effettiva si attesta sui 25 metri al giorno). La prima “talpa” ha dunque completato l’82% del suo percorso di scavo, e si sta dirigendo verso la stazione Parco Solari, l’ultima tappa della tratta centrale.

Nel frattempo, la seconda Tbm (deputata allo scavo della galleria dispari e rimessa in azione lo scorso 21 maggio dalla stazione Vetri) ha raggiunto la stazione De Amicis, percorrendo i 430 metri di galleria di questo tratto del tracciato (la percorrenza media, in questo caso, è di circa 23 metri al giorno). 

Prendendo in considerazione entrambe le gallerie, ad oggi è stato realizzato il 77% dell’intera tratta centrale. Da martedì 16 giugno il cantiere della stazione Foppa ha cominciato una nuova fase, che culminerà nella costruzione delle scale di entrata e della copertura della stazione.

Salvo cause di forza maggiore, questa fase terminerà entro fine 2020.

M4: la seconda fase

Dal 12 giugno, nella stazione Sant’Ambrogio sono iniziate le attività per la seconda fase della realizzazione del collegamento sotterraneo tra la M2 e la M4. Per questa ragione, da lunedì 15 giugno l’area  di lavoro della Pusterla è stata estesa, e posta all’altezza dell’ingresso della stazione M2 di via Carducci

Da settembre, e per circa un anno, la disposizione del cantiere vedrà la percorrenza di due corsie in direzione di via Olona e via De Amicis, mentre resterà ad una corsia in direzione piazzale Cadorna.

Il passaggio pedonale resterà garantito in ogni fase dei lavori del collegamento M2-M4.

Sul sito ufficiale non ci sono cambiamenti nel progetto né delle sue tempistiche nonostante la pandemia che ha colpito anche il capoluogo meneghino: a breve potremo quindi utilizzare la metro Blu di Milano che collegherà l’aeroporto cittadino (Linate) con la stazione di San Cristoforo (che rappresenterà l’interscambio ovest con le linee del passante ferroviario).

Trova la casa giusta, sempre e ovunque

Scarica l'App per ottimizzare e gestire le tue ricerche