I 10 palazzi più belli di tutta Milano

Pubblicato il
12 aprile 2020
Categoria
Vivere a Milano

Case, ville e grattacieli, antichi edifici e capolavori di modernità: i palazzi più belli di Milano sono diversi l’uno dall’altro. Più diversi che proprio non si può. Eccone 10, da divertirsi a scovare e da utilizzare come sfondo di selfie acchiappa-like.

Bosco Verticale 

Non si può parlare dei palazzi più belli di Milano senza cominciare dal Bosco Verticale. Icona della città, progettato da Stefano Boeri e sito ai margini del quartiere Isola, nel 2015 è stato eletto “grattacielo più bello e innovativo del mondo”. Cosa lo rende tanto speciale? Come il nome suggerisce, gli arbusti e gli alberi ad alto fusto che coprono le sue facciate.

Palazzo Clerici

Sito nell’omonima via, e abitato un tempo dalla ricca famiglia patrizia dei Clerici, palazzo Clerici risale al 1600. Tuttavia, un secolo dopo il marchese Anton Giorgio trasformò quel palazzo padronale in una tra le dimore più sfarzose di Milano grazie anche alla realizzazione della Galleria degli Arazzi, affrescata dal Tiepolo. Dopo essere stato sede della Corte d’Appello, dal 1942 palazzo Clerici ospita l’Istituto di Studi di Politica Internazionale.

Casa degli Omenoni

Nella via omonima, dietro piazza San Fedele, la casa degli Omenoni prende il nome dagli otto omenoni (grandi uomini) scolpiti sulla sua facciata, e realizzati da Antonio Abondio. La costruzione intera la si deve invece allo scultore imperiale Leone Leoni, che prestò a lungo servizio presso Carlo V d'Asburgo e Filippo II di Spagna, e che qui realizzò la sua abitazione a partire dal 1565. Annoverata tra le case più belle di Milano, si caratterizza per quegli otto uomini di pietra che si dice siano dei barbari sconfitti. A partire dal 1901, la casa è divenuta sede di un circolo per soli uomini.

Castello Cova

Tutti conoscono il Castello Sforzesco, ma non tutti sanno che Milano custodisce un altro “castello”: è il castello Cova (o palazzo Viviani Cova), ed è sito al civico 36 di via Carducci. Realizzato tra il 1910 e il 1915 da Adolfo Coppedè, ha uno stile neo-medievale. Ed è stato d’ispirazione per la Torre Velasca.

Casa Galimberti

Per via delle sue facciate decorate, casa Galimberti è tra le case più belle di Milano. Progettata dall'architetto Giovanni Battista Bossi e costruita tra il 1903 e il 1905, è uno splendido esempio di Liberty milanese. Per ammirarla, e per vedere quelle straordinarie piastrelle in ceramica, i suoi motivi floreali in cemento e i suoi ferri battuti, è necessario andare in via Malpighi 3.

Villino Maria Luisa

La sua struttura è semplice, ma le sue decorazioni sono straordinarie: il villino Maria Luisa (in via Tamburini) è uno tra gli edifici Liberty più belli della città, ricco d’influenze neo-gotiche e neo-rinascimentali. Le stelle dipinte su sfondo blu ricordano il cielo, così come veniva dipinto nel Medioevo.

Palazzo dei Giureconsulti

In piazza dei Mercanti, a due passi dal Duomo, il palazzo dei Giureconsulti è un palazzo cinquecentesco in stile manierista. Voluto dal nobile Giovanni Angelo Medici (papa Pio VI) per ospitare il Collegio dei Nobili Dottori, fu progettato da Vincenzo Seregni e - nell’Ottocento - fu sede della Borsa Valori, del Telegrafo, della Banca Popolare di Milano e della Camera di Commercio, che ne è la proprietaria ancora oggi.

Villa Mozart

Tra le case più belle di Milano, una rende omaggio alla natura: è villa Mozart, sita al civico 9 dell’omonima via. Realizzata a cavallo degli anni Venti e Trenta, inizialmente nota come villa Zanoletti, è casa della maison di alta gioielleria di Giampiero Bodino ed è sede di numerose esposizioni. A renderla unica sono l’edera e le piante rampicanti che salgono per tutta la facciata, incorniciando le finestre con le loro grate in ferro battuto.

UniCredit Tower

Soprannominata “Spire”, la Torre UniCredit è tra i palazzi (moderni) più belli di Milano. Sito nel Centro direzionale della città, in piazza Gae Aulenti, coi suoi 231 metri (guglia compresa) è il grattacielo più alto d’Italia. A progettarlo è stato l’architetto César Pelli, e l’assemblaggio della sua cupola è stato un vero evento per i milanesi: montata pezzo per pezzo grazie ad un potente elicottero il 15 ottobre 2011, l’operazione si è svolta sotto gli occhi (alzati al cielo) di moltissimi cittadini.

Libeskind Tower

Se parliamo di grattacieli e di nuove costruzioni, tra i palazzi più belli di Milano non si può non annoverare la Libeskind Tower. Parte di CityLife, questo edificio soprannominato “il Curvo” è stato progettato dall’architetto Daniel Libeskind ed è sede del network internazionale PricewaterhouseCoopers. Progettato come una sfera che avvolge la piazza delle Tre Torri, si ispira alle cupole rinascimentali. Ma reinterpretate, come l’architetto ha spiegato, “attraverso il movimento concavo che si sviluppa in elevazione e la Corona posta sulla sommità”.

Trova la casa giusta, sempre e ovunque

Scarica l'App per ottimizzare e gestire le tue ricerche

Scarica l'app Scarica l'app