Guida al quartiere Guastalla - abitare in zona

Un quartiere giovanile e ricco di stimoli, arricchito da un delizioso giardino in stile Barocco
Abitare nel quartiere Guastalla significa entrare in contatto con molteplici stimoli culturali: in zona si trovano la bellissima sede dell’Alma Mater Studiorum (università statale di Milano), il Policlinico della Cà Granda e la Biblioteca Sormani. 
 
Un’ottima zona in cui trovare un alloggio se si è studenti in cerca di un luogo stimolante per coniugare istruzione e divertimento. 

Cosa aspettarti 

Una delle zone più giovanili della città: della fermata Missori fino a Crocetta, potrai incontrare numerosi ragazzi che di giorno affollano le vie e i parchi ­– spesso con interessanti libri fra le mani – mentre la sera brindano in localini chic ed enoteche raffinate.

Lifestyle 

La tua nuova casa in zona Guastalla sorgerà attorniata dai luoghi di maggior interesse culturale: dalla biblioteca storica alle aule pubbliche dell’università, passando per vinerie e locali in cui si può degustare cibo healthy e rigorosamente a km 0. 

Trasporti

Metropolitana

M1M3

Mezzi di superficie

9, 12, 16, 19, 27, 54, 60, 61, 65, 73, 127

Passante suburbano

-

Servizio Ferroviario

-

Case in vendita a Milano in zona Guastalla

Istruzione

1
Asilo nido
6
Materne
7
Elementari
9
Medie
19
Superiori
12
Facoltà

Servizi

4
Colonnine ricarica

Viabilità

Area C

Chi ci abita apprezza soprattutto

Presenza di scuole
Area ad alta concentrazione di istituti scolastici
Presenza trasporti pubblici
Area servita da principali mezzi di trasporto come metropolitana, bus, tram e treni

L’opinione di chi vive in zona

Alcune valutazioni dalla voce di chi già abita nel quartiere

Sicurezza
Parcheggio
Traffico
Pulizia
Contesto sociale
Giuseppe R, 48 anni, impiegato
Sono sempre vissuto in zona e in generale mi ci sono sempre trovato bene: nel suo piccolo c'è tutto, non mi verrebbe mai in mente di cambiare quartiere.

Ti innamorerai di... 

Se non hai ancora avuto modo di visitare i giardini che danno il nome a questo rinomato quartiere milanese, rimarrai a bocca aperta nello scoprire quante piccole meraviglie si possano annidare in soli 500 mq: una vasca in stile barocco, statue e alberi secolari riempiranno il cuore di meraviglia, in questo piccolo angolo di paradiso cittadino. 

Curiosità 

Un tempo i giardini facevano parte di un collegio femminile, voluto fortemente dalla contessa Paola Ludovica Torelli che – dopo essere rimasta vedova alla giovane età di 29 anni – volle dare riparo a tutte quelle giovani nobili decadute, vedove o orfane, offrendo loro un futuro che non fosse la strada o il convento.