Guida al quartiere Stephenson - abitare in zona

La tua casa nel futuro centro del business di Milano
Ideale per
La zona Stephenson è situata nella parte nord di Milano, adiacente all’Expo Village 2015, all’antico Musocco e al quartiere Sacco. 
 
Un’ottima zona in grande trasformazione, nella quale sono presenti già hotel di design e importanti aziende.

Cosa aspettarti 

La vicinanza a uno dei poli più innovativi di Milano: la zona Stephenson è a distanza pedonale o ciclabile dall’Expo Village 2015, che nei prossimi anni diventerà MIND – Milano Innovation District, un nuovo quartiere dedicato alla scienza e all’innovazione. 

Lifestyle 

Ben 3 hotel di design con spa, ristoranti e bar animano la zona Stephenson, principalmente dedicata al business. Poco distante troverai anche i quartieri Vialba e Roserio, ben serviti e ricchi di attività commerciali, oltre alla zona di Cascina Merlata con Villaggio Expo. Inoltre, la tua casa a Stephenson ti permetterà di goderti tranquille serata al cinema, presso l’UCI Cinemas Certosa. 

Trasporti

Metropolitana

-

Mezzi di superficie

-

Passante suburbano

-

Servizio Ferroviario

-

Istruzione

0
Asilo nido
0
Materne
0
Elementari
0
Medie
0
Superiori
0
Facoltà

Servizi

0
Colonnine ricarica

Chi ci abita apprezza soprattutto

Business district  
Area ad alta concentrazione di uffici e aziende 
Tranquillità e silenzio 
Contesto tranquillo e con poco inquinamento acustico 

L’opinione di chi vive in zona

Alcune valutazioni dalla voce di chi già abita nel quartiere

Sicurezza
Parcheggio
Traffico
Pulizia
Contesto sociale
Carmelo B, 32 anni, impiegato
Solo la vicinanza alla metrò è comoda, per il resto funziona poco.

Ti innamorerai di... 

Vivere a Stephenson significa essere in uno dei futuri hub di innovazione di Milano, che ridisegnerà la città del futuro. Avrai la possibilità di vivere in una zona comoda e collegata con il centro di Milano, ma vicina anche a due aree verdi importanti come il parco di Villa Scheibler e il parco Franco Verga. 

Curiosità 

La zona Stephenson prende il nome dall’ingegnere inglese che ha inventato le locomotive: George Stephenson.